lunedì 30 luglio 2012

I vuoti a perdere di Monti Spa

Quella dei 30 anni è la mia generazione.

Quindi io sono una "perduta" senza speranze e che crudamente si dovrà adattare.
Chi ha la mia età ed è laureato avrà in media studiato 18 anni, dalle elementari all'università.
Dovevano passare così tanti anni per capire che non saremmo arrivati da nessuna parte? 
Dovevano nascere università inutili, contratti a progetto e il precariato solo per fregarci meglio?
Mi sento come gli ebrei quando attraversano il Mar Rosso, come i galeotti sulle navi di Cristoforo Colombo. Senza speranze.
Il problema è che qui non c'è nessun mare da attraversare o da solcare, ci sono dei Monti, di omertà.
Come puoi tu, presidente del consiglio, prendere una generazione e dirgli che è una fallita?
Come puoi dire ad una generazione che ha buttato tutta una vita nel cesso aspettando un bel niente?
A differenza di noi "perduti", per te sono stati 30 anni spesi bene. Con le nostre illusioni e quelle delle nostre famiglie ti sei pagato lo stipendio da professore universitario. Ma a che pro hai insegnato?
In questi 30 anni hai avuto il tempo di piazzare tuo figlio al vertice della Parmalat. Che è fallita, per 1000 motivi certo, ma sicuramente anche per gente incompetente.
Ti permetti di chiamare sfigate delle persone che vogliono un lavoro per mantenere la loro dignità?
Ti permetti di dire che il posto fisso annoia? 
Non credo tu abbia mai fatto ore di fila ad un'agenzia interinale dove la prima cosa che ti dicono è: non c'è lavoro.
Dove sai benissimo che ci sono degli appalti per lavoro con gli enti pubblici, ma li tengono ben nascosti e si guardano bene di parlarne a perfetti nessuno come me.
Caro presidente, non avrai dato scandalo quanto il tuo predecessore, non andrai ad escort e non condurrai una vita dissoluta, ma nella tua vita bigotta cerca di avere rispetto per le persone che stai rovinando. 
Quando la goccia fece traboccare il vaso e Maria Antonietta disse le famose parole:" Se il popolo ha fame e non ha pane, dategli le brioches", venne decapitata.
Il "tuo" popolo ha fame di dignità e rispetto e tu ci stai dando le briciole di un'umanità inesistente.
Medita caro presidente.


Fuori tema: Libero sfogo in libera rabbia

Ho bisogno di sfogarmi per una giornata no. Scusate il fuori tema.

Tu che ti atteggi da grande dirigente e hai un blackberry perchè te lo passa l'azienda, altrimenti saresti rintracciabile solo grazie alla scia dei capelli che hai perso a forza di fare il leccapiedi.
Tu che spacci i tuoi stracci di Zara per capi di alta moda disprezzando chi da Zara ci compra veramente e ha più buon gusto di te. 
Tu che fai pelo e contropelo alle persone e non ti accorgi che sei la prima che avrebbe bisogna di una bella sfoltita, alla lingua.
Tu che pensi di avere una lingua velenosa come un serpente, in realtà hai solo la pelle come un rettile, solo che hai finito quella di ricambio.
Tu che pensi di essere l'unica al mondo in grado di avere una famiglia, apri gli occhi e accorgiti che la specie sarebbe evoluta anche senza il tuo prezioso contributo.
Tu che mi chiami perchè leggi un cv dove c'è scritto che sono plurilaureata e mi proponi di fare i panini in spiaggia e raccattare le cicche, meriti di finire dentro uno di quei panini.
Tu che pensi di fregarmi con un contratto a progetto pensando che io non conosca la differenza tra quello e uno normale, meriti che il progetto della tua nuova casa sia con le sbarre.
A tutti voi auguro solo di andare incontro al vostro destino. 
Senza il sussidio di disoccupazione.






domenica 29 luglio 2012

Provincia di Imperia: eutanasia di una laurea.

Liceo classico. Il voto di maturità poco conta tanto poi è il voto della laurea quello che fa la differenza. E allora attenzione a scegliere bene l'indirizzo della facoltà, perchè determinerà la tua vita, dicono. 
Avrei scelto Psicologia, avessi potuto, ma poi tutti dicono: sarà una fabbrica di disoccupati, fai qualcosa di più adattabile. Allora scarti medicina, ingegneria e tutte le facoltà dove è previsto un minimo di calcolo, perchè non è proprio il tuo forte. 
La sempreverde Giurisprudenza, che non passa mai di moda. Ma a Sanremo si calcola ci sia 1 avvocato ogni 3 persone. E lasci stare.
Ecco che escono le nuove Università, quelle che promettono nuovi orizzonti e ti daranno la possibilità di fare tutto ciò che vorrai. E arriva lei, Scienze Internazionali e Diplomatiche. Che semplificato vuol dire Scienze Politiche con 2 lingue e tradotto vuol dire: con questa laurea non potrai insegnare niente, nè trovare un lavoro senza fare un concorso. Ma anche in quel caso non ci sperare.
Ma ci provi lo stesso, perchè se ce la fanno gli altri ce la puoi fare anche tu. 
Cosi' studi storia, geografia, politica, legge, inglese, riesci anche a dare degli esami di economia. E soprattutto riesci a dare 2 esami di arabo, a fare un master in Tunisia per impararlo meglio. Vinci un erasmus ad Avignone per imparare anche il francese. 
Perchè le lingue si sa, sono il passaporto del domani. Poi vuoi forse farti mancare una ricerca tesi con massimo dei voti in Brasile, in un lebbrosario vicino a Belem? Città che poco ha a che fare con la famosa farfallina, e che tanto invece richiama la zanzara della malaria.
Ad aprile del 2006 ti laurei e dopo 2 mesi ti hanno già chiamata dalla State House del Massachussets, il governo di Boston. Non ti danno un dollaro, ma il prestigio è tanto. E metti un altro tassello verso il futuro.
A questo seguono stage a Bruxelles, ancora Stati Uniti e, miracolo, anche nella tua città, in un istituto di diritto umanitario.
Poi ti accorgi che hai 27 anni e che sei una dottoressa, con pagine e pagine di esperienza, ma soprattutto sei mantenuta. E a questo punto, quando vorresti un lavoro vero, cercando di abbandonare la beneficenza, come d'incanto tutte le porte si chiudono. 
Non c'è lavoro. Sei troppo qualificata, o troppo poco qualificata.
Un anno passato ad inviare cv alle ambasciate, ai consolati, agli istituti di cultura. 
Poi fai una pausa e cominci ad inviarlo a scuole di lingua per stranieri, a uffici commerciali di Montecarlo, ad aziende locali. 
E dopo un'altra pausa cominci a portarlo all'Ovs, alla Coin e da Piazza Italia. Niente nemmeno li. Sembra che il tuo nome sia stato bandito da qualsiasi luogo che eroghi denaro dietro prestazione lavorativa.
Allora passi le ore al pc cercando di inventarti qualcosa. Passa per caso un banner della MSC Crociere. Lo clikki, invii il cv e quando ti rispondono per e-mail il giorno dopo, torni alla vita.
Passi 2 anni di esperienze straordinarie, pensando di tornare a casa e spaccare il mondo.
Ti ritrovi in un'azienda assunta come segretaria amministrativa, ma passi il tuo tempo ad imbustare fatture. Non a farle, perchè non ti ritengono all'altezza. Perchè non sei abbastanza raccomandata. Perchè non hai una storia con il tuo capo. Perchè non sei stronza. Perchè non sei una finta anoressica.
E guardi fuori dalla finestra, sperando di essere ancora sulla nave, sapendo che il tuo contratto avrà la stessa durata della tua mobilità.
E ti ritrovi a casa, a scrivere su un blog, sperando, con un pò di egoismo, che il tuo non sia un caso isolato, perchè si sa, mal comune mezzo gaudio.
E inizi a spergiurare sull'istruzione e sul fatto che"tornassi indietro non farei più l'università". Non è servita a farmi diventare una diplomatica. Ci ho provato.
Ma non rinnego nessun secondo di ogni singolo esame; nessuna gioia per le promozioni e nessun dolore per le bocciature. Rimpiango solo di amare troppo la provincia disastrata, sfigata, retrogada e bigotta dove sono nata e di volerci rimanere ad ogni costo. Vedremo chi l'avrà vinta alla fine.

giovedì 26 luglio 2012

Blob, il fluido che uccide i disoccupati e non.

Ricordo che quando ero bambina, negli anni '80, mio nonno mi sgridava quando guardavo troppa televisione. "Fa male" diceva. E mi mandava fuori in giardino a giocare. Che poi oggi si dice giardino, quando io ero piccola si chiamava semplicemente orto.
Essere disoccupata vuol dire riempire le giornate. Purtroppo la mia giornata inizia e finisce con  la televisione perennemente accesa. A volte seguita a volte solo come sottofondo, a volte dimenticata accesa quando esco.
Sono poche le volte in cui presto davvero attenzione a cosa trasmettono ma oggi, è stata una di quelle giornate in cui,  avrei dato ragione al nonno. Anzi mi sarei portata da sola nell'orto.
Alle ore 9.00 apro la tv giusto in tempo per vedere la fine di Lady Oscar. Io non ho mai capito: ma è un uomo o una donna? O è una donna che vive da uomo? E se così fosse non hanno forse precorso i tempi all'epoca considerando che la prima volta in cui venne trasmesso 25 anni fa io facevo le elementari? 

Segue poi Kiss me Lycia. Forse il momento piu alto di tutta la giornata. Da piccola non ne capivo il significato, non mi piaceva perchè non vedevo nessuna magia. Poi crescendo ho capito che invece li dentro la magia la vedevano in tanti, soprattutto dopo la somministrazione di quelle schifulente polpette che Marrabbio proprinava a chiunque. Nemmeno il gatto, Giuliano rimane illeso da queste infamie. E poi parliamoci chiaro, un giapponese con i capelli gialli e rossi? E il fratellastro con i capelli azzurri? Direi che ne hanno proprio abusato di magia in quel posto.

Tra una faccenda e l'altra arriva l'ora di Dawson's creek. Ora, non voglio sputare nel piatto in cui ho mangiato, perchè questa serie l'ho sempre apprezzata e la guardo ogni volta con piacere. Ma diciamocela tutta, quando mai si sono sentiti degli adolescenti parlare con un linguaggio filosofico e forbito anche solo per farsi passare un bicchiere d'acqua? O passare 3 stagioni perchè Joy sta con Dawson ma vorrebbe stare con Pacey. Allora nel dubbio sta con tutti e due. E conseguentemente litiga con tutti e due. La serie completa è composta da cinque stagioni. Le rimanenti due chiaramente sono volte  a fare tornare la pace tra questi tre dementi. Insomma una lagna mortale.

Dopo pranzo è l'ora di alcune repliche dei Tronisti di Maria de Filippi. E' un passaggio molto veloce sul mio telecomando per motivi noti a tutte le persone con buon senso.
Nella fretta di cambiare canale capito poi sempre su Studio aperto. Noto per informare più sulla vita dei vip che non sul fatto che il nostro Paese sia in crisi e noi alla deriva. Chiaramente d'estate il programma unisce l'ultile al dilettevole e informa esclusivamente su vicende di vip alla deriva....si di Ibiza, Formentera ec...
In serata le cose non migliorano. Veline. Devo aggiungere altro? Questa sera una bella ragazza dell'est ha esordito dicendo che avrebbe cantato la canzone della sua preferita, nonchè migliore cantante degli ultimi anni. Una star, una icona della canzone. Ho subito pensato a Madonna, o che so io, magari Amy Waynhouse , arrivando ad osare anche anche una Laura Pausini. No. Era Britney Spears.
Oggi poi parlavano di Sara Tommasi. Ma lo sapevate che ha fatto un film porno? E successivamente ha detto che non era in se, ma che è stata rapita dagli alieni che l'hanno drogata e costretta a girare il filmino a luci rosse? Ecco in questo caso io mi auguro che gli alieni abbiano la pietà di riprendersela e di dare finalmente un senso alla sua vita.
Dopo questo ho chiuso la tv e mi son messa a leggere. Non va tanto meglio, ma almeno quando leggo qualcosa di cui c'è da vergognarsi non ho bisogno di sentire l'empatia di tutto il palinsensto televisivo su di me. Da domani la tv starà chiusa per un pò. La riaccendo martedì per il Padrino atto III. E questa è una proposta che non potrò rifiutare.

La canzone del precario

Non è un brano che vincerà Sanremo. E glielo auguro visti gli ultimi trascorsi. Però rende molto bene la situazione di disoccupati, precari e progettisti.

mercoledì 25 luglio 2012

Cercare lavoro stanca

E' la cosa più stancante del mondo alzarsi al mattino e non avere niente da fare.
A volte non si ha nemmeno voglia di alzarsi. E' per questo che appena apro gli occhi, dopo aver preso coscienza di dove mi trovo e dopo aver appurato che il mio gatto, Pippa, si trova ai piedi del letto, penso ad almeno 5 cose che devo fare.
La prima fra tutte, forse la più importante, è scegliere cosa mettermi addosso.
La seconda è fingere di dormire per convincere mio marito a preparare la colazione.
La terza è pensare che sicuramente appena aprirò il computer troverò dei buoni annunci di lavoro.
La quarta è sperare che i "buonissimi" annunci di lavoro a cui mi ero candidata ieri, mi chiamino oggi per un colloquio.
La quinta è comprendere che nemmno oggi troverò il lavoro della mia vita e cercherò di inventarne uno io.
Non è un granchè come terapia. Ma aiuta ad alzarsi dal letto e ad evitare la sindrome cronica della crisi lavorativa.
Ma a volte cercare un lavoro mi distrugge.  E non sono la sola a risentire di questo stress in casa.


domenica 22 luglio 2012

Sussidio di disoccupazione e numero verde: matrimonio impossibile.


Tutti saprete l'iter per la domanda di disoccupazione: centro per l'impiego - patronato/sito inps online per domanda- ed infine una lunga attesa.
In questa lunga attesa vi capiterà più volte di chiamare il numero verde del nostro istituto per la previdenza sociale.....otterrete risposte non risposte. Personalmente ho sempre avuto l'impressione che chi mi rispondeva leggesse il sito dell'inps. Cosa che onestamente so fare anche io.

A me hanno fatto perdere la disoccupazione. Ecco come.
Dopo tutte le pratiche burocratiche, ho atteso la famosa lettera dell'inps che annunciava l'accettazione della mia disoccupazione. Nemmeno un giorno dalla sua ricezione e trovo un "fantastico" lavoro. Accetto, interrompo correttamente la disoccupazione e vado a lavorare.
Dopo 3 giorni mi rendo conto che ho accettao un pessimo lavoro, per pessima gente e con pessime condizioni. Chiamo il numero dell'inps dove avviene la seguente conversazione:
IO " Buongiorno, se do le dimissioni perdo la disoccupazione?"
NUMERO VERDE " assolutamente no signora. Entro i 5 giorni non perde niente. La disoccupazione sarà interrotta per i 3 giorni che ha lavorato e poi riprenderà automaticamente"
Quindi mi danno addirittura le indicazioni sulla compilazione del foglio.
Lo invio e rimango in fiduciosa attesa. Una chiamata al numero verde almeno una volta a settimana mi rassicura che l'iter p normale.
Fino a quando mi reco allo sposrtello della mia città per ulteriore sicurezza e mi dicono che  IO NON HO DIRITTO A NESSUNA DISOCCUPAZIONE PERCHè MI SONO LICENZIATA.
Dopo essermi ripresa a stento da un incombente blocco delle coronarie, spiego che sono stati proprio loro a spiegarmi la procedura. Negano.
Vado da un sindacato, assieme chiamiamo il numero verde. Ecco la conversazione:
 IO " Buongiorno, se do le dimissioni perdo la disoccupazione?"
NUMERO VERDE " assolutamente no signora. Entro i 5 giorni non perde niente. La disoccupazione sarà interrotta per i 3 giorni che ha lavorato e poi riprenderà automaticamente"
IO " Ma è sicura? perchè a me è successo il contrario"
NUMERO VERDE " attenda in linea"
Dopo 5 minuti buoni:
NUMERO VERDE " Si signora ha ragione, effettivamente se lei da le dimissioni perde tutti i diritti, mi dispiace"
 A loro dispiace.  A me dispiace che ci siano persone incompetente che possono rovinarti letteralmente la vita.
Cosi' ora sono disoccupata, con sussdio negato. Dovevo usufruirne per 8 mesi, me lo hanno dato per 15 giorni.
Meditate gente, meditate.


sabato 21 luglio 2012

Contratti a progetto

I contratti a progetto sono la rovina dei lavoratori.
Lo sapete che con i contratti a progetto non vi pagano i contributi e quindi al termine del contratto non potete nemmeno richiedere la disoccupazione?
Pero' le tasse le pagate per intero: vi pagano poco, non vi danno diritto a niente se non a mazzate di tasse dove pagate la vostra parte e quella del datore di lavoro.
Il contratto a progetto secondo me non ha motivo di esistere. Ho letto un annuncio qualche giorno fa, in una nota catena di negozi di calzature cercavano delle commese  con contratto a progetto per un mese. Ora, che progetto si puo' svolgere in un mese facendo la commessa??
E' vero che la legge esiste solo per essere aggirata?

venerdì 20 luglio 2012

Disoccupazione e regali di compleanno

Mi sono sposata da 2 mesi e martedì sarà il compleanno del mio fresco sposo.
Per chi non lo sapesse sono DISOCCUPATA, perchè ho detto ai miei capi che mi sarei sposata.
A parte questo, a parte non avere uno stipendio e a parte essere dipendente economicamente da qualcuno, il matrimonio (almeno il mio), è per ora una favola.
Ecco perchè, non avendo i fondi necessari per fargli il regalo che si merita, ho deciso di organizzare una festa a sorpresa, a cui ho invitato 30 fra amici suoi e miei.
Grigliata di rostelle, salsiccie e bruschette. E gelato finale con le candeline 3 e 6. Perchè la torta dopo i 30 non usa più.
E per fortna che c'è il giardino di mia mamma. Peccato pero' che fosse coperto da una selva oscura e siano 7 giorni che stia sfogando la mia rabbia repressa contro l'inps tagliando rami di fico, di gelso e strappando le erbacce. Ma ore è un gran bel giardino. Domani rastrellata finale e a breve le foto della preparazione. Vado a dormire, aspettando con impazienza gli alert dei lavori di domani. Anche se sono sempre e solo messaggi per promoter, io aspetto sempre.
Buonanotte.

Cercasi segretaria bella presenza

Ho risposto questa mattina ad annuncio che diceva:
CERCASI SEGRETARIA PER UFFICIO DI INTERNI. GRADITA BELLA PRESENZA.
Mi hanno chiamata stasera alle 18.30 per un possibile colloquio.
Mi hanno chiesto l'età, e fino a qua ci sta.
Se ho figli e voglio averne: può essere considerata discriminazione, ma lasciamo perdere.
Mi chiedono se sono disposta a trasferte notturne. Dico, ingenuamente, che preferirei non lavorare su turni.
Quando mi chiedono le misure, capisco di aver capito bene.
Dico di non essere interessata e loro rispondono: "e poi dicono che non si trova lavoro".

Riassunto degli ultimi 2 mesi di vacanze forzate

Si vacanze forzate in compagnia della rovina umana: la noia.
Sono arrivata al 2 mese consecutivo di disoccupazione. L'inps ha deciso prima di concedermi poi di togliermi il sussidio. Più che "istituto nazionale per la previdenza sociale" dovrebbe chiamarlo "io non provvedo ai soldi". E così mi sono messa a fare quello che aiuta a viaggiare stando a casa, aiuta a fare terapia senza andare da uno psicologo e il tutto gratis.
O meglio alle condizioni tariffarie internet della 3. Questi ultimi 2 mesi sono stati a  tratti un remake di ORE 10 CALMA PIATTA e a tratti un accostamento a IL CICLONE.
La prima metà di maggio è volata. Mi sono sposata. E' già è una bella cosa. Se non consideriamo che ora sono disoccupata proprio perchè ho detto ai miei superiori che volevo sposarmi.
Ho organizzato un bel matrimonio, ristretto perchè siamo in tempo di crisi.
Poi ho accettato qualche offerta di lavoro a call center con contratti a 1 mese. Quando sono andata per firmare il contratto era a 1 settimana e, sopresa...non c'era nessun contratto.
Ho accettato un lavoro come segretaria presso una prestigiosa agenzia. Il primo giorno ho svolto egregiamente le mie mansioni. Il secondo mi hanno detto che mi avrebbero promossa, e quindi avrei dovuto indossare la favolosa t-shirt dell'azienda e con il famigerato metodo porta a porta parlare alla GENTE di noi. Ah, quante cose avrei detto alla gente. E quante cose avrebbero detto a me i testimoni di Geova alle cui porte avrei bussato, dopo anni di rifiuti ad accettare i loro consigli. Il terzo e ultimo giorno è stato fatale. La prestigiosa agenzia, con una ulteriore promozione, mi ha spedito a lavare le scale, il furgoncino e a ritirare misteriosi pacchi da spedire sull'Isola di Man.
Risultato: cornuta e mazziata.
Date le dimissioni nel periodo di prova, disoccupazione sospesa. Negata.
NON DATE MAI LE DIMISSIONI SE VOLETE CHIEDERE LA DISOCCUPAZIONE. NEMMENO NEI 5 GIORNI DI PROVA.
Ve lo consiglio di cuore. Perhcè il cuore è quello che stava per partire quando ho ricevuto l'infausta notizia dall'impiegata che il mese prima mi aveva confermato il contratio.
Ora l'estate è iniziata e pare che tutto il mondo lavori. Dove sono i disoccupati di cui tanto si parla? Non certo nelle psiagge a lavorare, o nei centri commericali a fare le commesse o nei bar a fare le bariste o nei ristoranti a fare le cameriere. Non almeno nella mia zona, perchè l'invio dle mio cv è stato peggio dell'invasione delle cavallette. E nessuno ha mai risposto. Non rispondono nemmeno più i call center.
E martedì è il compleanno del mio fresco marito. Non essendo nelle condizioni di potergli fare un prestigioso regalo, ho trovato il modo di farglielo fare dagli altri e di salvare la faccia.
Ho organizzato una festa a sopresa. A presto con i prossimi dettagli.