lunedì 28 luglio 2014

Benvenuti nel circo del lavoro.

Lo stage per i neo 30enni voi lo considerate come una proroga alla disoccupazione senile o come l'ennesima fregatura?!
Avendo letto di un bando che permetteva anche ad over 30 come me, e per la precisione a 35enni quasi 36 enni di svolgere uno stage di 5 mesi, per 8 ore al giorno retribuito 500 euro al mese, mi sono voluta buttare su questa straordinaria offerta.

Oggi mi sono recata al centro per l'impiego locale dove penso di aver capito in modo definitivo che nessuno sarà mai intenzionato ad assumermi nemmeno nel caso in cui mi offrissi di lavorare gratis.
Il mio sogno di stage si è frantumato in 10 secondi e per la precisione in due fasi.
PRIMA FASE: apprendo dalla gentile addetta del "Progetto Giovani" che in realtà si smette di essere giovani a 35 anni e 6 mesi, considerando che con un mese di anzianità in più si viene direttamente estinti in modo Darwiniano da questo progetto.
SECONDA FASE: mi rendo conto di essere iscritta alla banca dati di questo progetto dal 2006,  anno del mia laurea, e non essendo mai stata chiamata da nessuna azienda nemmeno in giovane età (si fa per dire), me ne ero completamente dimenticata.

Avete presente quel gene di follia che vi fa continuare per la vostra strada sapendo che non vi porterà da nessuna parte, ma non riuscite comunque ad abbandonarla? La follia tipica di un clown, che sa di non far ridere nessuno, ma continua il suo penoso spettacolo?
Ecco così oggi, avendo capito per l'ennesima volta di trovarmi nè più nè meno in un circo,  ho inviato e portato di persona cv nelle seguenti attrazioni lavorative locali: Coin, Oviesse, Bottega Verde, Biella Scarpe e anche una spiaggia proponendomi come addetta per fare panini al chiosco.

DOMANDA: Quanti di questi pensate mi richiameranno?
RISPOSTA: Nessuno.
DOMANDA: Perchè?
RISPOSTA: Dunque di solito perchè ho più 29 anni ( il che già di per se è abbastanza frustrante per una donna), perchè sono laureata e non trovano in me le caratteristiche che mi consentano di fare la commessa o la paninara, perchè ho troppa poca esperienza nel settore, perchè sono al completo oppure perchè ho i capelli scuri invece di averli biondi.

Solo una domanda mi tormenta: in questo circo il fenomeno da baraccone è chi cerca lavoro o chi lo offre?

Per questa sera è tutto. La mia ricerca, dettata ormai dalla follia, continua.
Prossima puntata: la donna cannone.
A presto.

giovedì 24 luglio 2014

Noi supergiovani di 36 anni.

Notizia dell'ultima ora: le persone fino ai 36 anni compiuti entro il 31 dicembre 2014 sono considerati GIOVANI. 
Ragazzi, coetanei, da oggi potete guardare con aria di superiorità tutti quei "spocchiosi" colleghi disoccupati 29enni che oltre a considerarci dei vecchi ( e a farci sentire tali), hanno fino ad ora avuto tutte le agevolazioni che a noi sono state negate.
Finalmente la possibilità di lavorare per una miseria, più di 8 ore al giorno, senza nessuna speranza di essere assunti, vale a dire di poter fare gli STAGISTI è stata estesa anche a noi.
Non so ancora se gioirne in quanto è l'unica possibilità che vedo all'orizzonte, oppure soffermarmi a pensare più di tre minuti e capire che non c'è mai limite al peggio.


Per oggi limitiamo il tempo di ragionamento a 2 minuti e 59 secondi e prendiamola con filosofia. In fin dei conti non penso ci siano altri modi in cui prenderla. Forse uno si, ma si scadrebbe nel volgare.

Consultando i soliti annunci della mia provincia, saltando la voce concorsi in quanto inesistente, sono incappata nei progetti provinciali, in particolare nel PROGETTO GIOVANI, valido per la provincia di Imperia, ma se vi interessa consultate il CPI della vostra zona, penso che sia un'iniziativa a livello nazionale.
Secondo tale progetto sono stati erogati un tot di Euro per cercare di piazzare 1000 disoccupati imperiesi nelle aziende locali, tramite uno stage di 5 mesi retribuito con 500 euro mensili.
Più precisamente 250 euro li mette la provincia e 250 l'azienda. Nel caso (emblematico? fortuito? fortunato? miracoloso?) in cui l'azienda decidesse di assumervi a tempo indeterminato,verrà rimborsata della quota versata per il vostro stipendio di 5 mesi vale a dire.... 1500 euro..TOTALI.

Se fossimo in un paese civile e civilizzato sarebbe la migliore delle offerte per entrambe le parti.
Essendo in Italia, chi pensate ci guadagnerà? Uno stagista che lavorerà minimo 8 ore al giorno per 500 euro al mese, spendendone sicuramente di più solo per benzina e spostamenti, o la magnanima azienda che avrà uno stagista che pagherà per 5 mesi quello che pagherebbe per un solo mese di un normale impiegato?
L'iniziativa è degna di lode sicuramente, ma chi mi spiega che le aziende, terminati i 5 mesi non passeranno allo stagista successivo e così via?

Sono troppo prevenuta o forse eccessivamente pessimista ma spero di poter essere smentita.
Lunedì saprò dirvi qualcosa di più nel frattempo per chi fosse interessato e soprattutto per chi quest'anno è già stato a Lourdes,  ecco il link del bando:

http://lavoro.provincia.imperia.it/site/11121/default.aspx

giovedì 3 luglio 2014

CHI NON LAVORA SI RIVEDE.

Pensavate forse che la mia latitanza di quasi 9 mesi fosse dovuta ad un possibile successo nel mondo lavorativo? Oppure ad una mia totale rinuncia ad esso? Oppure a qualche cambio di identità?
No ragazzi sono sempre qui, più disoccupata che mai  e ancora più mamma di prima in quanto in questi mesi "ho lavorato" in proprio, mettendo in cantiere un bel maschietto e poco tempo fa è nato Francesco.
Grazie per gli auguri, le felicitazioni e per i:"ma sei pazza? 2bambini con la distanza di 13 mesi?!!" Grazie a tutti.

Ed ora, in primo luogo per la necessità di portare un secondo stipendio a casa, ma anche per un'esigenza mia personale di sentirmi ancora in grado di fare un lavoro, al di la di quello della mamma, sono tornata perchè non resistevo a non raccontare più le mie lagnanze lavorative (e non ) a voi, che come me navigate sulla stessa barca e in un mare pieno di curricula in bottiglia.
In questi mesi ho dato ogni tanto una veloce lettura agli annunci di lavoro della mia provincia, ma ho notato tristemente le solite due cose:
1- chi offre lavoro sono sempre le stesse aziende da circa 2 o 3 anni, sintomo che mi fa intendere che forse non siano poi così cristallini, 
2- al di là di annunci come promoter, commerciale, hostess non si va.

Proprio ieri mi è capitato di leggere un annuncio dove si cercava una hostess per un evento giornaliero in cui avrebbero pagato 50 euro alla fortunata. Requisito fondamentale per l'eletta: possedere  un Ipad (esclusivamente Ipad, non altre marche) proprio da utilizzare durante il lavoro.
Non sto nemmeno più a chiedermi il perchè di certe cose.
Spero intimamente che siano il frutto di qualche messaggio mafioso vecchio stile, che attraverso messaggi civetta e annunci in codice dia coordinate ai proprio adepti.
Sarebbe molto più credibile come situazione. E forse meno grave.

Quindi tremate, agenzie interinali, uffici di collocamento e tutti voi che millantate di trovare lavoro: la cavalliera mascarata dei disoccupati è tornata all'opera, da domani inizierà (continuerà) a cercare lavoro e non risparmierà nessuno di voi nè delle vostre malefatte. Sarò per voi un moderno ibrido vendicativo con un gran mordente, in pieno stile incrocio tra Tyson e Suarez.
Ad eccezione ovviamente di chi vorrà offrirmi un contratto a tempo indeterminato, per un lavoro onesto e legale.